Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario apertura dal 15.07.18 al 09.09.18
Feriali: 07:30 - 12:30 e 14:00 - 18:50
Festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00
Agosto festivi: 08.30-12.30 e 14.00-18.00





consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

ESTATE 2018
Tutti i giorni: 9.00–12.30 e 14.30–18.00
 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

ESTATE 2018
Lunedì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Martedì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Venerdì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15.00-18.30
Domenica: 09-12.30




campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Sport e attività



40 anni di pattinaggio

Era il 5 gennaio del 1975 quando Chiavenna celebrava l’inaugurazione della nuova pista art ificiale di ghiaccio.
 
Da quel giorno sono passati ormai 40 anni e nel corso di tutto questo tempo, la pratica del pattinaggio e di tutti gli sport praticati sulla superficie ghiacciata ha coinvolto un numero immenso di persone. Sulla pista di via Cerfoglia si sono avvicendate intere generazioni
di chiavennaschi. La storia della struttura sportiva si intreccia indissolubilmente con quella dell’Hockey Club Chiavenna, tra le maggiori realtà sportive della provincia di Sondrio, che vanta al proprio attivo una lunga tradizione di sport, militando nei più importanti campionati nazionali. Nel torneo di Serie C, al quale il Chiavenna parteciperà ininterrottamente fino alla stagione 1987/88, il team chiavennasco ottiene la sua prima vittoria l’8 febbraio 1976 sul ghiaccio di casa contro i Draghi Torino: 7 a 1 fu il punteggio finale.

Nel 1986/87 la formazione vince il proprio girone di Serie C, accede ai playoff, ma viene battuta dagli altoatesini del Settequerce in semifinale. Negli anni successivi la compagine locale arriverà a disputare il campionato nazionale di B2, sfiorando di un soffio la B1, anche grazie all’apporto del primo giocatore straniero, il difensore ceco Bohumir Polasek e del nuovo sponsor Crodino. Le stagioni che seguirono videro solcare il ghiaccio chiavennasco da campioni del calibro di Viatcheslav Anisin, staordinario campione del CSKA Mosca e del Milano, Euvgenii Shastin, attaccante ucraino ex CSKA Mosca e Dinamo Kiev, il golie Giovinazzo, i difensori Cantele e De Zordo e gli attaccanti Fedrizzi, De Toni e Piniè che si aggiunsero ad un gruppo già ottimo. Dopo una parentesi di assestamento, nel 1996/97 Chiavenna torna nella B “unificata” dove vi rimane per quattro anni consecutivi.

La riorganizzazione dei campionati imposta dalla federazione dal 2000 colloca l’Hockey Chiavenna in serie C, dove nel 2004/2005 vince il Girone A della Serie C. Seguono quindi ulteriori due stagioni di alto livello dove nel 2007/2008 conclude con una vittoria ai playoff. A fare la differenza, questa volta è il nuovo impianto coperto che vede la luce nel 2003. Le enormi campate in legno, le luci, gli spalti, gli spogliatoi, le tribune e le panchine per le formazioni di hockey realizzano il sogno da tempo inseguito di poter giocare a hockey in un capo coperto, offrendo alla formazione locale una stagione più lunga e la possibilità di iniziare gli allenamenti molto in anticipo. In tutti questi anni, l’hockey ha costruito un legame indissolubile destinato a rinsaldarsi ulteriormente con il tessuto sociale e sportivo locale.






In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live

Clicca per ingrandire