Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura inverno 2017/2018
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00

L´ufficio turistico rimarrà chiuso lunedì 01 gennaio 2018

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura fino all´8 aprile
Tutti i giorni: 09-12.30 e 14.30-18.00
 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Lunedì: 09-12.30  e 15-18.30
Martedì: 09-12.30 e 15-18.30
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30  e 15-18.30
Venerdì:09-12.30  e 15-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15-18.30
Domenica: 09-12.30



campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Itinerari



La torre di San Sisto

Una vedetta silenziosa osserva l’Alta Valle Spluga. Celata dalle ampie fronde dei pini e dei larici che le fanno da corona, la torre seicentesca di San Sisto si erge a testimone del lento trascorrere del tempo, mantenendosi imperturbata al volgere delle stagioni. Il luogo è a circa 1770 metri di altezza, nell’alta Valle Spluga, territorio amministrato dal Comune di Campodolcino. San Sisto riunisce una serie di baite raggruppate in vari villaggi spalmati nell’ampia conca sul versante orografico destro della vallata. È un luogo magnifico, specialmente se lo si visita in autunno, quando i rami dei larici si accendono delle tinte calde della stagione e le vette delle montagne circostanti appena imbiancate fanno da contrasto con il blu limpido del cielo. La visita alla torre di San Sisto può rappresentare il punto di arrivo per una gita facile e comoda, adatta anche alle famiglie.

PARTENZA
Giunti a Campodolcino, si imbocca in auto la strada comunale che dalla Strada provinciale
di Isola, si arrampica fino al borgo di Starleggia, a circa 1550 metri di quota, rinomata per le sue deliziose patate di montagna.Posteggiata l’auto, l’itinerario pedonale offre due varianti: affrontare la via più ripida e diretta che dal nucleo sale verso San Sisto, oppure percorrere
a piedi la carrozzabile che dolcemente giunge all’alpe. Se avete bambini con voi, suggeriamo questo secondo tracciato, che inizia proprio da Starleggia sul prolungamento della strada che attraversa il borgo. In un’ora di cammino a passo comodo, protetti dal bosco di larici, giungerete a San Sisto: attraversando la vecchia cava trasformata
in posteggio riservato ai consorziati, spostatevi sul versante opposto della conca e, volgendo lo sguardo sull’angolo sinistro dell’orlo della valle, cercate la torre.

LA TORRE
La costruzione risale al 1600 anche se la torre era già presente in età romana, al pari di quelle che ancora oggi si trovano disseminate nei punti strategici della vallata, utilizzate per finalità strategiche e militari.Grazie al contributo del Consorzio locale, della Comunità montana e della ProValtellina, la torre è stata sottoposta ad una corposa ristrutturazione nel giugno di quest’anno. La comunità locale è particolarmente legata a questo simbolo, divenuto ormai emblema dell’alpe.

PAESAGGIO
L’autunno regala favolose scenografie, con colori e tinte magnifiche. Approfittare di una bella giornata in questa stagione per visitare la torre campanaria di San Sisto può rappresentare una bella occasione per apprezzare sotto una veste diversa, il fascino della montagna.

 



Contatti utili

Consorzio Turistico Valchiavenna
T: +39 0343 37485
consorzioturistico@valchiavenna.com

Ufficio Turistico Campodolcino
T: +39 0343 50611
campodolcino@valtellina.it