Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura inverno 2017/2018
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura
Feriali: 09-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09-12.30



madesimo@valtellina.it

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Lunedì: 09-12.30 
Martedì: 09-12.30 
Mercoledì: chiuso
Giovedì: chiuso
Venerdì:15-18.00
Sabato: 09-12.30 e 15-18.00
Domenica: 09-12.30



campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Itinerari



Il ponte di San Guglielmo

UN NUOVO COLLEGAMENTO IMPREZIOSISCE LA SPLENDIDA VIA SPLUGA, IL COLLEGAMENTO PEDONALE CHE UNISCE LA SVIZZERA ALL’ITALIA
 
La lunga via che collega la cittadina svizzera di Thusis a quella italianissima di Chiavenna, aggiunge un nuovo collegamento ai tanti punti panoramici che già la contraddistinguono. Il nuovo ponte a San Guglielmo, deliziosa frazione di San Giacomo Filippo, dove si trova l’omonimo santuario, si inserisce perfettamente nel paesaggio. L’opera permetterà ai viandanti della viaSpluga di spostarsi più agevolmente sulla sponda abitata del paese, cogliendo l’occasione per visitarne il centro caratteristico. Da qui, superato il nucleo di case, i viandanti potranno raggiungere la cittadina di Chiavenna oppure, se la loro direzione è a nord, puntare diritti verso Campodolcino e a seguire, il Cardinello.
 
STORIA DI SAN GUGLIELMO
Alcune note di Francesco Ballarini riferivano di un beato Guglielmo “fu d´Orenga, overo Orangia Principato nella Francia”. Un Orange, dunque, cioè un nobile, la cui morte - si scoprì successivamente - risalirebbe all’incirca al 1290. Niente Orange, quindi, quanto piuttosto un “Orenga” di Menaggio. In origine san Guglielmo si stabilì sulla riva sinistra del torrente Liro, nelle vicinanze dell’attuale chiesa, dove condusse vita monastica. La leggenda vuole che nella grotta che scelse come abitazione, sgorgò una fonte d´acqua taumaturgica, capace di operare miracolose guarigioni. Purtroppo oggi la sorgente è scomparsa. Tra i tanti miracoli attribuiti al santo, si tramanda quello del vino che dalla borraccia di Guglielmo non terminava mai di sgorgare.
 
VIA SPLUGA, VIAGGIO NELL’ANIMA
Come cita il sito dedicato a questo straordinario percorso, la viaSpluga è un sentiero escursionistico-culturale nelle Alpi centrali. La maggior parte della viaSpluga si snoda lungo mulattiere, di cui è stata per gran parte mantenuta o comunque ripristinata la struttura originaria. L’itinerario consente di entrare in contatto con un singolare paesaggio montano e con la popolazione locale, la cui vita è stata segnata per generazioni dal traffico che ruota attorno al passo. Per scoprire la viaSpluga sono stati organizzati pacchetti turistici di notevole bellezza e suggestione, che prevedono anche il trasporto del bagaglio da albergo ad albergo.


Articoli correlati

 

Contatti utili

Consorzio Turistico Valchiavenna
Piazza Caduti per la Libertà – 23022 Chiavenna (SO) Italia 
Tel. +39 0343 37485
Fax +39 0343 37361
info@viaspluga.com 
www.viaspluga.com