Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura dal 20.04.17 al 11.06.17
Feriali: 09-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09-12.30



madesimo@valtellina.it

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Lunedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Martedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30 e 15-18.30 
Venerdì: 09-12.30 e 15-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15-18.30
Domenica: 09-12.30



campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home

Immagina la Valchiavenna

Alpe Truzzo

Il versante occidentale della Valle Spluga è, dal punto di vista escursionistico e turistico, meno conosciuto di quello orientale. Eppure offre molteplici occasioni per effettuare camminate di grande soddisfazione ed interesse.
L'itinerario probabilmente più bello è quello che si sviluppa nella Valle del Drogo e che porta verso il bacino artificaile del lago di Truzzo.
La denominazione non è tranquillizzante, in quanto il toponimo “drogo” significa forra, orrido. Tuttavia ad essa va riferita non all’intera valle, ma solo alla parte terminale, dove il torrente Drogo si guadagna faticosamente lo sbocco al Liro superando una gola stretta ed incassata.
Per il resto la valle non appare particolarmente aspra, anzi, regala scorci gentili e, dal punto di vista botanico, assai ...

[leggi tutto]

La Birra in Valchiavenna

Tra il 1820 e il ´30, insieme a cotonifici e ovattifici che segnano la nascita dell´industria locale, sorgono a Chiavenna le prime fabbriche di birra.
Nel periodo in cui la Valchiavenna faceva parte del regno Lombardo -Veneto sotto l´Austria, i maestri austriaci furono invogliati ad aprire le loro fabbriche in zona grazie all´acqua e all´aria buona ma anche grazie ai noti crotti, eccellenti frigoriferi per la maturazione della birra. Nel 1844 le fabbriche di birra a Chiavenna erano quattro, e producevano 390 ettolitri di birra; pochi anni dopo aumentarono a nove e producevano il 20% della birra nazionale.
Il declinare dei traffici commerciali, convogliati dai trafori alpini verso il Piemonte, la concorrenza di nuove fabbriche altrove, le ...

[leggi tutto]


La transumanza

Dopo un'intera stagione di alpeggio in Valle di Lei più di mille pecore, qualche dcecina di capre, alcuni asini, vacche e cavalli giudati da valorosi pastori e alcuni fedeli amici a quattro zampe (i loro cani) nei primi di ottobre piano piano tappa dopo tappa scendono a valle.

[leggi tutto]


Lago Azzurro autunnale
Il Lago Azzurro posto a m. 1853, in località Alpe Motta nel comune di Campodolcino, è circondato da una macchia di conifere. Il lago è davvero una Il lago Azzurro, perla di raro valore, soprattutto nella cornice del monte Mater, che chiude lo scenario a nord-est.
Lago Azzurro settembrino
Il Lago Azzurro posto a m. 1853, in località Alpe Motta nel comune di Campodolcino, è circondato da una macchia di conifere. Il lago è davvero una Il lago Azzurro, perla di raro valore, soprattutto nella cornice del monte Mater, che chiude lo scenario a nord-est.
Segnali di Autunno sugli Andossi
Per gli amanti della montagna aperta, dolce e solare gli Andossi di Madesimo rappresentano una classicea passeggiata, raggiungibile dalla vicina Madesimo. Uno dei periodi migliori per ammirare i colori e i riflessi della natura coincide con la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno.
Al pascolo Lago Bianco Pian dei Cavalli
Adagiato sul versante orografico destro, appena sopra quota 2000, il Pian dei Cavalli si presenta all’occhio dell’escursionista come una vasta dorsale verde lievemente inclinata, adibita a pascolo. Un’area già frequentata 10.000 anni or sono da tribù nomadi di cacciatori che popolavano le Alpi. Proprio qui, dal 1986 ...
Riflessi Lago Bianco Pian dei Cavalli
Adagiato sul versante orografico destro, appena sopra quota 2000, il Pian dei Cavalli si presenta all’occhio dell’escursionista come una vasta dorsale verde lievemente inclinata, adibita a pascolo. Un’area già frequentata 10.000 anni or sono da tribù nomadi di cacciatori che popolavano le Alpi. Proprio qui, dal 1986 ...
L'alpeggio degli Andossi
Per gli amanti della montagna aperta, dolce e solare gli Andossi di Madesimo rappresentano una meta di sicura soddisfazione. La pratica dell’alpeggio è qui ancora viva, ed arricchisce il fascino di uno scenario scandito dal dolce alternarsi di morbidi dossi.
Laghetti degli Andossi
Piccoli laghetti situati a circa 1860 m s.l.m. posti nel selvaggio contesto alpino degli Andossi, nel comune di Madesimo in alta Vallespluga, al cospetto dei P.zzi Suretta, Ferrè e Tambò.
Montespluga: risveglio alpino
Montespluga è un villaggio alpino frazione del comune di Madesimo e situato a 1908 mt presso l'origine della valle Spluga. Ricca di acque e di pascoli, l'omonimo bacino artificiale si pone al cospetto delle vette di confine della zona. Montespluga è l'ideale punto di partenza per numerose mete escursionistiche, ...
Cime di Valchaivenna, il pizzone di Prata
Chiavenna e la sue valli sono circondate da montagne che superano abbondantemente i 2.000 metri d'altitudine. L'imponente Pizzone di Prata con i suoi 2727 m è una granitica e irruenta presenza sul panorama della parte alta della piana della Valchaivenna.
Lago di Mezzola
Circondata da montagne che superano abbondantemente i 2.000 metri d'altitudine la via ciclabile della piana di Chiavenna sorprende per l'ampiezza e per il suo carattere schiettamente rurale, con vasti campi coltivati e allevamenti. Terreno ideale per i cicloamatori che vogliono percorrere un interessante itinerario ...
Valle del Drogo e Truzzo
Il versante occidentale della Valle Spluga è, dal punto di vista escursionistico e turistico, meno conosciuto di quello orientale. Eppure offre molteplici occasioni per effettuare camminate di grande soddisfazione ed interesse. L'itinerario probabilmente più bello è quello che si sviluppa nella Valle del Drogo e che ...
I crocchi annunciano la primavera
I primo fiori a comparire al disgelo primaverile sono i crocci. Percorrendo a maggio la Via dei Carden nella Valle di Starleggia è possibile ammirarne all'infinito.
Gualdo
Gualdo è in pratica una piccola radura con un paio di baite appena sopra Lagunc. All'incrocio tra le tre valli di Bregaglia, Spluga e Valchiavenna, con Lagunc Gualdo gode di panorami di considerevole bellezza.
Lagunc
Adagiato su due balconi erbosi all'incrocio della Val Bregaglia, Valle Spluga e Valchiavenna, Lagunc gode di panorami di considerevole bellezza.
Primavera Alpe Angeloga
Uno dei punti di partenza per raggiungere l'Alpe Angeloga è Fraciscio, cui perveniamo con qualche stretto tornante da Campodolcino. Superato il paese ci si porta con la macchina fino alla località Soste, così da risparmiarci qualche minuto di cammino, dove troviamo parcheggio. Procedendo sulla strada, sempre più ...
Botton d'or
Nel mese di giugno nella Valle di Starleggia tra l'Alpe Bocci e l'Alpe Morone è possibile ammirare la fioritura dei botton d´or. Da Starleggia (1565 m) continuando a sud per la carrozzabile, oltre il ponte sul torrente, si raggiunge l'imbocco meridionale della Val Starleggia nel comune di Campodolcino in alta Valle ...
Erioforo pennacchio Alpe Bocci
Erioforo, pianta della famiglia delle ciperacee che vive in luoghi montani umidi e torbosi. Nella Valle di Starleggia è possibile ammirarli all'Alpe Bocci. Da Starleggia (1565 m) continuando a sud per la carrozzabile, oltre il ponte sul torrente, si raggiunge l'Alpe Bocci imbocco meridionale della Val Starleggia ...
Al pascolo Alpe Bocci
Da Starleggia (1565 m) continuando a sud per la carrozzabile, oltre il ponte sul torrente, si raggiunge l'Alpe Bocci imbocco meridionale della Val Starleggia nel comune di Campodolcino in alta Valle Spluga.