Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura primavera 2018
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00



consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura fino al 05 giugno compreso
Feriali: 9.00–12.30 e 14.30–18.00
Festivi: 9.00–12.30

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Dal 11.04.18 al 31.05.18
Lunedì: 09-12.30
Martedì: 09-12.30
Mercoledì: chiuso
Giovedì: chiuso
Venerdì:15-18.00
Sabato: 09-12.30 e 15-18.00
Domenica: 09-12.30




campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Curiosità



Social photo

Fotografie gentilmente concesse da Piercarlo Guazzi
 
Il gruppo è già diventato un fenomeno cult tra tutti gli appassionati di fotografia della Valchiavenna. Lo si trova facilmente su Facebook, digitando “I più bei paesaggi della Valchiavenna” che riunisce ad oggi quasi cinquemila iscritti. L’adesione è libera a patto di postare periodicamente immagini suggestive degli scorci più o meno noti della vallata.
La qualità dei fotografi provetti è molto elevata. Non mancano suggerimenti dai più esperti, notizie, spunti tecnici, il tutto gestito con un pizzico di ironia. Per la presentazione del gruppo, i curatori hanno utilizzato una poesia dell’autore Chiavennasco Giovanni Bertacchi tratta da “Il canzoniere delle Alpi”. L’opera cita in un suo passaggio: “I verdi balzi e i pascoli ridenti, reduce pellegrino, ho riveduto; ai ghiacci eterni, ai fiumi ed ai torrenti ho ridato dal cuore il mio saluto”.
Il gruppo pubblico è diventato in pochissimo tempo il punto di riferimento anche di molti turisti che apprezzano i molteplici luoghi della Valchiavenna raccontati nel corso delle varie stagioni. La mutazione del paesaggio è narrata in modalità cromatiche diverse, con luci sempre nuove e con la vena artistica di coloro che – attraverso l’obiettivo – incorniciano una porzione di realtà per evidenziare l’essenza di un territorio straordinario. Al di là delle condivisioni social delle foto, la Valchiavenna propone a tutti gli appassionati di fotografia naturalistica scorci e suggestioni impagabili, con colori e riflessi che mutano nel corso delle stagioni. Con una disponibilità di materiale naturale come questo, è quasi impossibile sbagliare scatto.