Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario di apertura inverno 2017/2018
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50
Domenica e festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00

L´ufficio turistico rimarrà chiuso lunedì 01 gennaio 2018

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Orario di apertura fino all´8 aprile
Tutti i giorni: 09-12.30 e 14.30-18.00
 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Lunedì: 09-12.30  e 15-18.30
Martedì: 09-12.30 e 15-18.30
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30  e 15-18.30
Venerdì:09-12.30  e 15-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15-18.30
Domenica: 09-12.30



campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Curiosità



I consigli della blogger

La passione per la buona tavola accomuna ormai una quantità innumerevole
di persone. Il merito in parte va attribuito alle tante trasmissioni televisive che alimentano il desiderio di cimentarsi ai fornelli, stimolando così moltissimi chef che a casa propria si dilettano a preparare deliziosi manicaretti.

Le festività di fine e inizio anno e il periodo invernale conciliano le occasioni di incontro tra amici e parenti, nel corso delle quali mettere in mostra tutto il proprio talento.
 
Tra i tanti cultori della buona cucina, Bruna Cipriani costituisce ormai un riferimento irrinunciabile per molti chef domestici. Chiavennasca, dopo aver trascorso una vita nel ruolo di insegnante, conquistata la meritata pensione ha potuto dare spazio al proprio estro gastronomico e ha iniziato a cimentarsi in corsi di perfezionamento con docenti di altissima caratura. I piatti e le ricette che realizza sono diventati in poco tempo un must tra gli addetti ai lavori, al punto che il suo blog www.tentazionidigusto.blogspot.it è diventato frequentatissimo da coloro che cercano ispirazioni e consigli. Non da ultimo,
recentemente è stata ospite anche della trasmissione Geo&Geo dove ha proposto alcune idee per i piatti rivisitati rispetto alla tradizione locale.

Le abbiamo chiesto di proporci una ricetta particolare, facile da realizzare, ma con una nota di originalità che la renda adatta al periodo invernale.
Ecco che cosa ci ha suggerito.
 
Rotolo di faraona con farcia bianca, prosciutto e crema di castagne glassate
 
Ingredienti per 6/8 persone:
 
Per il rotolo una faraona - 250 gr. di polpa di vitello macinata -
10 cl. di panna - 120 g di prosciutto crudo a dadini
timo, maggiorana, rosmarino tritati - olio extravergine
di oliva - vino bianco ½ bicchiere - sale e pepe
 
Per il fondo 200 g di brunoise di sedano, carota e cipolla -
- la carcassa della faraona - brandy
2 cucchiai di olio extravergine di oliva - brodo - sale e pepe
 
Per la crema e le castagne 500 g di castagne secche
1 foglia d’alloro - un pezzettino di lardo - scalogno ½
brodo di verdura - burro - vino rosso - sale
 
Preparazione per il rotolo 
 
Disossare la faraona, o farsela disossare dal macellaio, ottenendo una fetta larga, dividerla in due per il lungo, spolverare l’interno delle due fette con il trito di erbe, sale e pepe.
Preparare la farcia bianca mescolando il vitello macinato con la panna, aggiungere il prosciutto crudo a dadini, salare, pepare e formare una specie di polpettone. Adagiarlo sopra ad una delle due fette, coprirlo con l’altra mettendo il petto contro la coscia ed avvolgerlo in carta forno bagnata e strizzata, legando con uno spago non troppo stretto. Metterlo in una teglia con olio e vino bianco e cuocerlo in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. A cottura terminata togliere il rotolo dal forno e tenere il fondo di cottura.

Per il fondo 
Rosolare in olio extravergine le ossa spezzate della carcassa
con la brunoise di verdure, sfumare con il brandy infiammandolo,
aggiungere il brodo, sale e pepe e lasciar cuocere coperto per un’oretta.
Passare al cinese, aggiungere al liquido ottenuto il fondo di cottura della faraona
e far restringere la salsa fino ad una densità caramellosa aggiungendo
eventualmente una punta di maizena sciolta in acqua fredda.
 
Per la crema di castagne 
La sera prima mettere a rinvenire le castagne in abbondante acqua fredda. Farle cuocere pianissimo, possibilmente in un lavéc, coprendole d’acqua fino a due dita sopra aggiungendo il lardo e la foglia d’alloro. Controllare la cottura ogni tanto senza rimescolarle altrimenti si possono rompere, saranno cotte dopo alcune ore.Tenerne circa la metà intere e con l’altra metà preparare la crema. Rosolare in una noce di burro lo scalogno tritato, aggiungere le castagne rigirandole nel condimento, versare del brodo di verdura leggero e lasciar cuocere per circa 20 minuti quindi frullare con il minipimer finché non si ottiene una crema liscia e vellutata e regolare di sale e pepe. Glassare le castagne intere con una noce di burro, sfumarle con uno spruzzo di vino rosso e portarle a cottura con un dito d’acqua fino alla glassatura lucida della loro superficie.
 
Composizione del piatto
Liberare il rotolo dalla carta, affettarlo, disporre sul piatto un paio di fette di rotolo, una cucchiaiata di crema di castagne con tre o quattro castagne glassate e cospargere con la salsa.