Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario apertura dal 10.09.18 al 09.06.19
Feriali: 09:00 - 12:40 e 14:00 - 18:50
Festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00

Chiuso: 25 dicembre, 01 gennaio, 21 aprile





consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Da lunedì 10 settembre fino a domenica 25 novembre 2018
Feriali: 09.00-12.30 e 14.30-18.00
Festivi: 09.00-12.30


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

Dal 01 ottobre
lunedì, martedì e domenica  9.00-12.30
mercoledì e giovedì    chiuso
venerdì 15.00-18.00
sabato 9.00-12.30 e 15.00-18.00  




campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Curiosità



Con la reflex nello zaino

A cura di Federico Scaramellini
 
Conosco Michele da molti anni. Ci frequentiamo da quando eravamo bambini. Negli anni Ottanta abbiamo creato insieme i primi siti internet della Valchiavenna. Posso dire con amicizia e affetto che a quei tempi non mi sarei mai immaginato che attraverso la sua passione per la fotografia si sarebbe manifestato il suo lato nascosto di filosofo e poeta.
La fotografia lo ha riavvicinato alle nostre montagne, anche al di fuori del periodo invernale come durante la scorsa estate quando in solitaria con zaino in spalla e tenda ha percorso tutta la Valle Spluga, partendo dalle Cascate dell’Acqua Fraggia, Passo di Lei, Angeloga, Madesimo, Montespluga e giù verso Truzzo e di nuovo a Chiavenna. A colpirlo e a innescare la sua nuova passione sono state la luce e i disegni che fa il vento nella neve o le linee tracciate quando “surfa” in fuoripista con la tavola. Desiderio di scoprire, voglia di emozionare o gusto di catturare? 

Negli ultimi mesi lo troviamo con piacere sempre pronto a “postare” immagini catturate dall’alba al tramonto, deciso a cogliere quegli attimi che regalano gioia a chi sta “scattando” ancora più che a noi che poi vediamo le bellissime fotografie. La montagna, come dice lui in questo periodo dove si è ritrovato girovagando a riscoprire il territorio, non è fatta solo di grandi cime o pareti da scalare, ma di ruscelli, di fiori, di animali e di spazi. Piccoli silenziosi dettagli che ovunque ci circondano, che ci meravigliano. Michele si racconta così: “Ho capito che il motivo per cui mi piace fotografare è il tornare a sorprendermi di quello che abbraccia casa mia e la mia Chiavenna. La reflex è anche la scusa migliore che conosco per poter restare un po’ da solo quando ne sento la necessità. Fotografo invece di parlare, per non dimenticare e per non smettere di guardare.”

Ma la fotografia gli ha anche permesso di conoscere nuove persone che hanno la sua stessa passione, Elliot Wild, Andrea Shooter Resta, e ritrovare “vecchi amici” come Cesare Contin, Fabio Cucchi e Daniele Del Curto, solo per citarne alcuni. 

Raccogliamo il suo invito: zaino in spalla, una macchina fotografica al collo e via all’avventura.
 
 






In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live