Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orario apertura dal 15.07.18 al 09.09.18
Feriali: 07:30 - 12:30 e 14:00 - 18:50
Festivi: 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00
Agosto festivi: 08.30-12.30 e 14.00-18.00





consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Informazioni e richieste per gruppi, convegni, eventi Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti per la libertà
T 0343 37485
F 0343 37361

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato: 09:00 -12:40 e 14:00 - 18:50. 
Domenica e festivi 10:00 - 12:00 e 14:30 - 18:00.

consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

ESTATE 2018
Tutti i giorni: 9.00–12.30 e 14.30–18.00
 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini,
T 0343 50611

ESTATE 2018
Lunedì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Martedì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Venerdì: 09-12.30 e 15.00-18.30
Sabato: 09-12.30 e 15.00-18.30
Domenica: 09-12.30




campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Cultura



A passeggio per il centro di Chiavenna

Nel numero 22 di Valchiavenna Vacanze abbiamo ampiamente esaltato la bellezza della primavera, at­traverso le infinite espressioni naturalistiche. 
Basta guardarci intorno per notare come i fiori, gli animali e le montagne più in generale testimoniano la rinascita della vita. 
Una lettura che traspare in modo evidente anche pas­seggiando lungo le vie del centro storico di Chiaven­na, che in questi mesi si riappropria della sua veste più disinvolta e vitale. 
Le fontane sparse in gran parte delle piazze tornano a sgorgare acqua cristallina, che farà da colonna sonora agli ospiti per i prossimi mesi. 
Abbellite con fiori, le vasche in pietra ollare richia­mano l’attenzione dei tanti turisti che – specialmen­te dalla Svizzera e dalla Germania – in questi mesi frequentano la cittadina in cerca di climi più miti, trascorrendo ore di relax ai tavolini dei bar in compa­gnia di un buon bicchiere di vino italiano. 
A primavera Chiavenna rimarca dunque il proprio ruolo di centro turistico principale della vallata. 
Riaprono i musei, le facciate eleganti dei palazzi si colorano di fiori e le vie pedonali si riempiono di per­sone attratte dalle vetrine dei negozi eleganti sparsi tra piazza Castello e piazza Pestalozzi, proseguendo lungo via Bossi e Santa Maria. 

La vita è in piazza
Il luogo deputato a ospitare la manifestazione più vitale della città, è senza dubbio la piazza. 
Agorà per studenti e amici, questo punto di ag­gregazione si identifica nei vari punti caratteri­stici della città, ognuno distinto da precise note peculiari. 
Piazza Castello offre lo scorcio più suggestivo di tutta la città: la rocca del giardino botanico del Paradiso fa da fondale alla massiccia resi­denza dei Conti Balbiani in primo piano, da­vanti al quale si oppongono le linee signorili ed eleganti di Palazzo Salis, con il suo bel giardino e la magnifica sala dei balli affrescata. Il cielo azzurro e la corona di montagne, chiudono in perfetta armonia la cornice definendo i conte­nuti ideali per chi intende realizzare qualche scatto fotografico. 
Scendendo lungo via Dolzino, si apre piazza Bertacchi, cuo­re pulsante della vita amministrativa e professionale della città.
Stretta tra il municipio, la banca e le facciate dei palazzi, que­sta piazza offre ai suoi ospiti la possibilità di assistere seduti ai tavolini dei bar, all’andirivieni frenetico della gente indaffarata nelle proprie faccende. 
La passeggiata prosegue fino a piazza Crollalanza, occupata dalla bella fontana in pietra ollare e dai tavolini dei bar sparsi sull’acciottolato caratteristico. 
Piazzetta Ploncher, pochi metri più sotto, è distribuita sullo spicchio di porfido che separa via Dolzino dalla facciata del­la banca. La curiosità dei turisti è attirata dalla gogna ancora presente: qui un tempo venivano esposti al pubblico ludibrio i condannati. 
Il “salotto buono” della città è piazza Pestalozzi. Sotto l’alto obelisco che troneggia sulla grande fontana posta nel centro dello slargo si radunano turisti e passanti per gli acquisti del giorno o per apprezzare i gustosi aperitivi serviti ai tavolini all’aperto. 
Altri scorci meritevoli si possono trovare proseguendo sulla de­stra, lungo via Bossi, appena superato il ponte di San Giovan­ni (anche qui i locali che offrono stuzzichini irresistibili non mancano), oppure continuando sulla sinistra, fermandosi a contemplare la bella facciata della chiesa di Santa Maria, nell’omonimo rione che dà il nome anche alla “porta” della città situata poco distante. 
Insomma, da qualsiasi punto decidiate di apprezzarla, la primavera in Valchiavenna riserva innumerevoli op­portunità per essere goduta appieno, nella sua massima espressione vitale.

Proposta gita standard a Chiavenna


Contatti utili

Informazioni e prenotazioni visite guidate:
Consorzio Turistico Valchiavenna
T: +39 0343 37485
consorzioturistico@valchiavenna.com


 




In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live

Clicca per ingrandire